Main menu

Mostre

19/10/2017

Lumi di Chanukkah da Mantova a Casale Monferrato

Si inaugura oggi alle ore 18.00 nell'Atrio degli Arcieri la mostra "Lumi di Chanukkah, da Mantova a Casale Monferrato": 27 artisti contemporanei mantovani, già protagonisti l’anno scorso della mostra Mantovarte 2016 Studi aperti, hanno raccolto l’invito di Peter Assmann e Renata Casarin di ideare e realizzare una personale interpretazione di chanukkiot, i tradizionali candelabri con nove luci che celebrano la ricorrenza ebraica di Chanukkah, la Festa delle Luci.

Dettagli
19/10/2017

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

 

Dettagli
20/10/2017

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

 

Dettagli
20/10/2017

Lumi di Chanukkah da Mantova a Casale Monferrato

A cura di Renata Casarin

20 ottobre 2017 – 8 dicembre 2017

Corte Vecchia – Corridoio del Capitano

 

La mostra si propone come la seconda parte del dittico I lumi di Chanukkah. Da Casale Monferrato e Mantova. Nella precedente edizione, tenutasi nel 2016, Palazzo Ducale aveva accolto e mostrato al grande pubblico una selezione delle chanukkiot, oggetti rituali appartenenti al rito ebraico, provenienti dal Museo dei Lumi di Casale Monferrato, create da designer e artisti di fama mondiale.

Per questa seconda edizione, molti degli artisti contemporanei mantovani, già protagonisti l’anno scorso della mostra Mantovarte 2016 Studi aperti, hanno raccolto l’invito di Peter Assmann e Renata Casarin di ideare e realizzare una personale interpretazione di chanukkiot, i tradizionali candelabri con nove luci che celebrano la ricorrenza ebraica di Chanukkah, la Festa delle Luci.

Ogni artista ha dunque appositamente realizzato una propria opera inedita mediante le singole specifiche tecniche e cifre stilistiche, andando così a costituire un significativo nucleo tematico che si caratterizza da un lato per la molteplicità delle ricerche espressive, dall’altro per l’attenta meditazione e pregnante interiorizzazione ad opera degli artisti, protagonisti di un soggetto rituale tanto intenso.

 

Dettagli
21/10/2017

COSTRUIRE, ABITARE, PENSARE SABBIONETA E CHARLEVILLE CITTÀ IDEALI DEI GONZAGA

Si inaugura oggi alle ore 18.00 nella Sala di Manto la mostra "Costruire, abitare, pensare. Sabbioneta e Charleville città ideali dei Gonzaga".

Ingresso su esibizione invito, fino ad esaurimento posti.

 

Dettagli
21/10/2017

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

 

Dettagli
21/10/2017

Lumi di Chanukkah da Mantova a Casale Monferrato

A cura di Renata Casarin

20 ottobre 2017 – 8 dicembre 2017

Corte Vecchia – Corridoio del Capitano

 

La mostra si propone come la seconda parte del dittico I lumi di Chanukkah. Da Casale Monferrato e Mantova. Nella precedente edizione, tenutasi nel 2016, Palazzo Ducale aveva accolto e mostrato al grande pubblico una selezione delle chanukkiot, oggetti rituali appartenenti al rito ebraico, provenienti dal Museo dei Lumi di Casale Monferrato, create da designer e artisti di fama mondiale.

Per questa seconda edizione, molti degli artisti contemporanei mantovani, già protagonisti l’anno scorso della mostra Mantovarte 2016 Studi aperti, hanno raccolto l’invito di Peter Assmann e Renata Casarin di ideare e realizzare una personale interpretazione di chanukkiot, i tradizionali candelabri con nove luci che celebrano la ricorrenza ebraica di Chanukkah, la Festa delle Luci.

Ogni artista ha dunque appositamente realizzato una propria opera inedita mediante le singole specifiche tecniche e cifre stilistiche, andando così a costituire un significativo nucleo tematico che si caratterizza da un lato per la molteplicità delle ricerche espressive, dall’altro per l’attenta meditazione e pregnante interiorizzazione ad opera degli artisti, protagonisti di un soggetto rituale tanto intenso.

 

Dettagli
22/10/2017

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

 

Dettagli
22/10/2017

Lumi di Chanukkah da Mantova a Casale Monferrato

A cura di Renata Casarin

20 ottobre 2017 – 8 dicembre 2017

Corte Vecchia – Corridoio del Capitano

 

La mostra si propone come la seconda parte del dittico I lumi di Chanukkah. Da Casale Monferrato e Mantova. Nella precedente edizione, tenutasi nel 2016, Palazzo Ducale aveva accolto e mostrato al grande pubblico una selezione delle chanukkiot, oggetti rituali appartenenti al rito ebraico, provenienti dal Museo dei Lumi di Casale Monferrato, create da designer e artisti di fama mondiale.

Per questa seconda edizione, molti degli artisti contemporanei mantovani, già protagonisti l’anno scorso della mostra Mantovarte 2016 Studi aperti, hanno raccolto l’invito di Peter Assmann e Renata Casarin di ideare e realizzare una personale interpretazione di chanukkiot, i tradizionali candelabri con nove luci che celebrano la ricorrenza ebraica di Chanukkah, la Festa delle Luci.

Ogni artista ha dunque appositamente realizzato una propria opera inedita mediante le singole specifiche tecniche e cifre stilistiche, andando così a costituire un significativo nucleo tematico che si caratterizza da un lato per la molteplicità delle ricerche espressive, dall’altro per l’attenta meditazione e pregnante interiorizzazione ad opera degli artisti, protagonisti di un soggetto rituale tanto intenso.

 

Dettagli
22/10/2017

COSTRUIRE, ABITARE, PENSARE. SABBIONETA E CHARLEVILLE CITTÀ IDEALI DEI GONZAGA

Mantova torna ad essere capitale del Rinascimento attraverso una mostra dedicata alle città ideali e al prestito di un’opera d’eccezione: la Città ideale proveniente dal Palazzo Ducale di Urbino (in mostra fino al 29 novembre). Accolta nel Castello di San Giorgio, l’esposizione pertanto vedrà negli stessi spazi la Camera picta di Andrea Mantegna e, appunto, la Città ideale. Due opere simbolo del Rinascimento che per la prima volta possono essere ammirate contemporaneamente e che fanno della città dei Gonzaga in questo periodo il cuore della riflessione sul Rinascimento e sul tema della città ideale. Tema approfondito peraltro con uno sguardo ampio, dalla trattatistica cinquecentesca fino ai nostri giorni, con due focus dedicati alle città di fondazione dei Gonzaga: Sabbioneta, in Italia, e Charleville, in Francia.

 

Dettagli
24/10/2017

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

 

Dettagli
24/10/2017

Lumi di Chanukkah da Mantova a Casale Monferrato

A cura di Renata Casarin

20 ottobre 2017 – 8 dicembre 2017

Corte Vecchia – Corridoio del Capitano

 

La mostra si propone come la seconda parte del dittico I lumi di Chanukkah. Da Casale Monferrato e Mantova. Nella precedente edizione, tenutasi nel 2016, Palazzo Ducale aveva accolto e mostrato al grande pubblico una selezione delle chanukkiot, oggetti rituali appartenenti al rito ebraico, provenienti dal Museo dei Lumi di Casale Monferrato, create da designer e artisti di fama mondiale.

Per questa seconda edizione, molti degli artisti contemporanei mantovani, già protagonisti l’anno scorso della mostra Mantovarte 2016 Studi aperti, hanno raccolto l’invito di Peter Assmann e Renata Casarin di ideare e realizzare una personale interpretazione di chanukkiot, i tradizionali candelabri con nove luci che celebrano la ricorrenza ebraica di Chanukkah, la Festa delle Luci.

Ogni artista ha dunque appositamente realizzato una propria opera inedita mediante le singole specifiche tecniche e cifre stilistiche, andando così a costituire un significativo nucleo tematico che si caratterizza da un lato per la molteplicità delle ricerche espressive, dall’altro per l’attenta meditazione e pregnante interiorizzazione ad opera degli artisti, protagonisti di un soggetto rituale tanto intenso.

 

Dettagli
24/10/2017

COSTRUIRE, ABITARE, PENSARE. SABBIONETA E CHARLEVILLE CITTÀ IDEALI DEI GONZAGA

Mantova torna ad essere capitale del Rinascimento attraverso una mostra dedicata alle città ideali e al prestito di un’opera d’eccezione: la Città ideale proveniente dal Palazzo Ducale di Urbino (in mostra fino al 29 novembre). Accolta nel Castello di San Giorgio, l’esposizione pertanto vedrà negli stessi spazi la Camera picta di Andrea Mantegna e, appunto, la Città ideale. Due opere simbolo del Rinascimento che per la prima volta possono essere ammirate contemporaneamente e che fanno della città dei Gonzaga in questo periodo il cuore della riflessione sul Rinascimento e sul tema della città ideale. Tema approfondito peraltro con uno sguardo ampio, dalla trattatistica cinquecentesca fino ai nostri giorni, con due focus dedicati alle città di fondazione dei Gonzaga: Sabbioneta, in Italia, e Charleville, in Francia.

 

Dettagli
25/10/2017

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

 

Dettagli
25/10/2017

Lumi di Chanukkah da Mantova a Casale Monferrato

A cura di Renata Casarin

20 ottobre 2017 – 8 dicembre 2017

Corte Vecchia – Corridoio del Capitano

 

La mostra si propone come la seconda parte del dittico I lumi di Chanukkah. Da Casale Monferrato e Mantova. Nella precedente edizione, tenutasi nel 2016, Palazzo Ducale aveva accolto e mostrato al grande pubblico una selezione delle chanukkiot, oggetti rituali appartenenti al rito ebraico, provenienti dal Museo dei Lumi di Casale Monferrato, create da designer e artisti di fama mondiale.

Per questa seconda edizione, molti degli artisti contemporanei mantovani, già protagonisti l’anno scorso della mostra Mantovarte 2016 Studi aperti, hanno raccolto l’invito di Peter Assmann e Renata Casarin di ideare e realizzare una personale interpretazione di chanukkiot, i tradizionali candelabri con nove luci che celebrano la ricorrenza ebraica di Chanukkah, la Festa delle Luci.

Ogni artista ha dunque appositamente realizzato una propria opera inedita mediante le singole specifiche tecniche e cifre stilistiche, andando così a costituire un significativo nucleo tematico che si caratterizza da un lato per la molteplicità delle ricerche espressive, dall’altro per l’attenta meditazione e pregnante interiorizzazione ad opera degli artisti, protagonisti di un soggetto rituale tanto intenso.

 

Dettagli
25/10/2017

COSTRUIRE, ABITARE, PENSARE. SABBIONETA E CHARLEVILLE CITTÀ IDEALI DEI GONZAGA

Mantova torna ad essere capitale del Rinascimento attraverso una mostra dedicata alle città ideali e al prestito di un’opera d’eccezione: la Città ideale proveniente dal Palazzo Ducale di Urbino (in mostra fino al 29 novembre). Accolta nel Castello di San Giorgio, l’esposizione pertanto vedrà negli stessi spazi la Camera picta di Andrea Mantegna e, appunto, la Città ideale. Due opere simbolo del Rinascimento che per la prima volta possono essere ammirate contemporaneamente e che fanno della città dei Gonzaga in questo periodo il cuore della riflessione sul Rinascimento e sul tema della città ideale. Tema approfondito peraltro con uno sguardo ampio, dalla trattatistica cinquecentesca fino ai nostri giorni, con due focus dedicati alle città di fondazione dei Gonzaga: Sabbioneta, in Italia, e Charleville, in Francia.

 

Dettagli
26/10/2017

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

 

Dettagli
26/10/2017

Lumi di Chanukkah da Mantova a Casale Monferrato

A cura di Renata Casarin

20 ottobre 2017 – 8 dicembre 2017

Corte Vecchia – Corridoio del Capitano

 

La mostra si propone come la seconda parte del dittico I lumi di Chanukkah. Da Casale Monferrato e Mantova. Nella precedente edizione, tenutasi nel 2016, Palazzo Ducale aveva accolto e mostrato al grande pubblico una selezione delle chanukkiot, oggetti rituali appartenenti al rito ebraico, provenienti dal Museo dei Lumi di Casale Monferrato, create da designer e artisti di fama mondiale.

Per questa seconda edizione, molti degli artisti contemporanei mantovani, già protagonisti l’anno scorso della mostra Mantovarte 2016 Studi aperti, hanno raccolto l’invito di Peter Assmann e Renata Casarin di ideare e realizzare una personale interpretazione di chanukkiot, i tradizionali candelabri con nove luci che celebrano la ricorrenza ebraica di Chanukkah, la Festa delle Luci.

Ogni artista ha dunque appositamente realizzato una propria opera inedita mediante le singole specifiche tecniche e cifre stilistiche, andando così a costituire un significativo nucleo tematico che si caratterizza da un lato per la molteplicità delle ricerche espressive, dall’altro per l’attenta meditazione e pregnante interiorizzazione ad opera degli artisti, protagonisti di un soggetto rituale tanto intenso.

 

Dettagli
26/10/2017

COSTRUIRE, ABITARE, PENSARE. SABBIONETA E CHARLEVILLE CITTÀ IDEALI DEI GONZAGA

Mantova torna ad essere capitale del Rinascimento attraverso una mostra dedicata alle città ideali e al prestito di un’opera d’eccezione: la Città ideale proveniente dal Palazzo Ducale di Urbino (in mostra fino al 29 novembre). Accolta nel Castello di San Giorgio, l’esposizione pertanto vedrà negli stessi spazi la Camera picta di Andrea Mantegna e, appunto, la Città ideale. Due opere simbolo del Rinascimento che per la prima volta possono essere ammirate contemporaneamente e che fanno della città dei Gonzaga in questo periodo il cuore della riflessione sul Rinascimento e sul tema della città ideale. Tema approfondito peraltro con uno sguardo ampio, dalla trattatistica cinquecentesca fino ai nostri giorni, con due focus dedicati alle città di fondazione dei Gonzaga: Sabbioneta, in Italia, e Charleville, in Francia.

 

Dettagli
27/10/2017

Che resta | Was bleibt | Quello che rimane

LaGalleria spazio Arte contemporanea Palazzo del Capitano

CHE RESTA WAS BLEIBT QUELLO CHE RIMANE

Mostra a cura di Peter Assmann e Renata Casarin

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann sono cinque artisti che risiedono e operano a Lipsia, muovendo dalla necessità di condividere un’idealità dell’arte senza negare la dimensione emotiva e sensoriale del fare creativo, sino a procedere all’investigazione del concetto di opera d’arte attraverso la dimensione epocale che contempla insieme passato, presente e futuro.

Per mezzo dei linguaggi della scultura, della pittura, del papercutting, della stampa e dell’incisione, le loro espressioni rivelano connessioni inaspettate che conducono al denominatore comune della Narrazione viva.

 

Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmann live and work in Leipzig. Their artistic reflection starts from the necessity to take part in a concept of art idealism without denying an emotive and sensorial dimension conveyed to creative act, to achieve the pure concept of the artwork through a major dimension compounding past, present and future.

By artistic languages such as scuplture, painting, paper cutting, prints and woodcut their expressions reveal unexpected connexions that lead to a lively Narrative Art as common denominator.

 

 

Dettagli

CercaInformazioni disabiliCalendarioBiglietti